Germania: Uscire dalla crisi con il botto

Affrontare le crisi, rafforzare l’economia e garantire il futuro

Dopo difficili negoziati, i leader della grande coalizione hanno deciso un enorme pacchetto di stimoli per fare uscire la Germania dalla crisi con il botto. Tali misure hanno lo scopo di stimolare l’economia, che è scivolata in una grave recessione a causa della pandemia del corona virus. “Vogliamo uscire dalla crisi con il botto”, ha detto il vice cancelliere Olaf Scholz mercoledì scorso.

“Il pacchetto economico messo insieme dalla grande coalizione collega misure per affrontare la crisi, rafforzare l’economia e garantire il futuro in modo mirato e ampio. La coalizione fornisce quindi una risposta notevole in termini di portata, capacità ed ampiezza a una crisi senza precedenti. Oltre alle misure mirate per la stabilizzazione economica e sociale acuta, il pacchetto di gestione economica e delle crisi contiene importanti e corretti impulsi per il futuro. Si apre l’opportunità per l’atto finale tra una stimolazione economica necessaria e il più rapida possibile da un lato e una trasformazione efficace a lungo termine della nostra economia verso una maggiore protezione del clima, digitalizzazione e istruzione dall’altro”, afferma il presidente dell’Associazione centrale dell’artigianato tedesco Hans Peter Wollseifer.

Germania: Uscire dalla crisi con il botto

Con le loro decisioni, i partner della coalizione avrebbero tratto le conclusioni appropriate dagli attuali requisiti: molte delle misure mirano giustamente a stimolare l’attività economica nel settore dell’artigianato e sollevare l’esitante attesa dei consumatori creando spazio per il consumo privato e gli investimenti delle imprese. Wollseifer: “Tuttavia, è positivo che la coalizione, oltre alle misure rapide e strettamente necessarie per affrontare i problemi legati alla pandemia del corona virus e per rilanciare le dinamiche economiche, attribuisca grande importanza al miglioramento del quadro economico e di importanti investimenti futuri”. L’approccio olistico del pacchetto di stimolo economico, incentrato sulla società nel suo insieme e meno sugli interessi individuali, è appropriato di fronte a una crisi “che ha colpito il nostro paese nel suo insieme”.

Garantire la liquidità è ancora all’ordine del giorno al fine di evitare insolvenze di aziende sane e quindi mantenere posti di lavoro. La grande coalizione aveva giustamente accettato di estendere la compensazione delle perdite fiscali e di estendere le prestazioni lavorative a breve termine. “Gli aiuti ponte necessari sono stati finalmente lanciati per le piccole e medie imprese con forti cali delle vendite. L’aiuto ponte per le piccole e medie imprese, che ora è previsto come sussidio per i mesi da giugno ad agosto, faciliterà anche le imprese artigiane che continuano a soffrire, almeno indirettamente, di enormi crolli delle vendite legati alla pandemia”, ha affermato il presidente dell’artigianato.

L’Associazione centrale dell’artigianato tedesco valuta positivamente anche l’ introduzione dell’ammortamento decrescente e dei tassi di ammortamento aumentati per le risorse digitali . Tuttavia, la prevista introduzione di un modello di opzione per una tassazione sotto il profilo giuridico delle società di persone con l’ammodernamento dell’imposta sulle società supererebbe le esigenze delle imprese e degli scambi senza migliorare la riserva di reinvestimento. Purtroppo, la mancanza di un aumento del limite GWG, in quanto più tassabile sarebbe stata possibile nel complesso dal punto di vista degli scambi specializzati.




Un passo nella giusta direzione è la riduzione annunciata della sovrattassa EEG oltre a quanto già previsto per compensare gli oneri aggiuntivi derivanti dall’imminente tariffazione di CO2 . Per il settore dell’artigianato ad alta intensità di lavoro, l’annuncio è anche di particolare importanza, per non far aumentare il contributo totale della sicurezza sociale al di sopra del 40%, almeno inizialmente, indipendentemente dall’enorme onere aggiuntivo che grava sull’assicurazione sociale a causa della crisi.

Il sostegno finanziario proposto per le aziende che mantengono o addirittura aumentano espressamente le loro posizioni formative quest’anno, nonostante la crisi del Corona virus, è espressamente approvato dagli operatori specializzati. “Con queste misure per riconoscere e motivare la formazione in azienda, la coalizione invia il segnale molto importante che la formazione professionale deve urgentemente continuare se non si vuole mettere a repentaglio il futuro e i lavoratori qualificati nel nostro paese”, sottolinea Wollseifer. “Poiché i comuni sono un partner commerciale e un cliente molto importanti, anche l’ampio supporto finanziario per essi è molto positivo.”

Infine, le numerose misure ora previste nelle aree della digitalizzazione e della protezione del clima, dall’espansione della banda larga alla digitalizzazione amministrativa alla strategia dell’idrogeno e all’espansione dei finanziamenti per la ristrutturazione degli edifici, mostrerebbero che le parti della coalizione vogliono affrontare la sostenibilità a lungo termine della Germania al di là di un programma di stimolo economico.

Tuttavia, la struttura concreta del pacchetto di stimolo economico è ancora aperta su numerosi punti. I politici devono ora attuare rapidamente il programma. Il presidente della ZDH: “I mestieri specializzati lavoreranno per garantire che questa attuazione sia effettuata in conformità con gli obiettivi della gestione delle crisi, del rafforzamento economico e, soprattutto, di assicurare il futuro.”

La coalizione di governo ha concordato questi punti chiave, tra le altre cose:

  • Riduzione dell’IVA: dal 1 ° luglio al 31 dicembre 2020, l’aliquota IVA sarà ridotta dal 19% al 16% e per l’aliquota ridotta dal 7% al 5%. Ciò stimola i consumi ed è socialmente solo perché l’IVA è pagata da tutti, ha affermato il Cancelliere.
  • Bonus per bambini per famiglie: i genitori ricevono un pagamento una tantum di 300 euro per bambino. Le indennità sono raddoppiate per i genitori single.
  • Rafforzare i comuni: il governo federale aumenta la sua quota dei costi per la sistemazione dei bisognosi, compensa per metà le perdite fiscali locali per le imprese e rafforza il trasporto pubblico locale e il settore sanitario.
  • Riduzione dei costi dell’elettricità: dal 2021, la sovrattassa EEG deve essere ridotta mediante sovvenzioni a carico del bilancio federale.
  • Pacchetto futuro: 50 miliardi del programma vanno in un pacchetto futuro, compresi i finanziamenti per la ricerca fiscale per lo sviluppo dell’informatica quantistica e dell’intelligenza artificiale. Il pacchetto include anche un maggiore utilizzo dell’energia a idrogeno e un miglioramento dei finanziamenti per i veicoli elettrici.

Maurizio Palese (Fonte hwk-Aachen)