Isola di Pasqua

“I viaggi più belli del mondo”

Rubrica a cura di Effie & Riccardo

Potrebbe essere chiamata Isola di Pasqua, ma questo non significa che festeggi. In effetti, la misteriosa isola nel mezzo dell’Oceano Pacifico, normalmente chiamata Rapa Nui, ha preso il nome in un modo molto strano.

Isola di Pasqua

La minuscola isola è un’isola polinesiana nell’Oceano Pacifico ed è una provincia del Cile. Nella sua area sono sparse enormi statue di pietra, i Moai, che raggiungono un’altezza fino a 10 metri e dovrebbero raffigurare divinità.

Rapa Nui

Per anni ha ospitato la tribù dei Rapa Nui, che sono stati “sgomberati” quando hanno distrutto l’ambiente naturale dell’isola, o (secondo altri studi) sono venuti a contatto con la cultura europea e le inedite malattie trasmesse loro dai conquistatori.

Rapa Nui

A loro si deve anche la – dalla più cristiana – rinominazione dell’isola. In particolare, il marittimo olandese Jacob Rogeven fu il primo a mettere piede sull’isola, nella Pasqua del 1722, e quindi ritenne giusto battezzarla in quel modo.

Rapa Nui

Oggi è considerata l’isola più isolata al mondo, con una superficie di 163,6 kmq. e una popolazione di circa 2.270 abitanti, mentre nel 1995 l’UNESCO ha designato l’area come Patrimonio dell’Umanità.

I Moai

I visitatori possono visitare molti luoghi dell’isola. Nella zona di Rano Raraku ci sono 70 statue e oltre 100 si trovano nei dintorni.

Nel vicino villaggio di Orongo vedrai statue con una misteriosa testa di uccello.

I Moai

Non è chiaro cosa raffigurino, anche se alcuni sostengono che queste statue siano un segno di una religione separata dimenticata.

Si dice anche che i Moai rappresentino gli antenati dei nativi dell’isola o antiche divinità degli abitanti, mentre secondo le leggende locali sono i patroni dell’isola.

Isola di Pasqua

Fino a poco tempo, si pensava che la loro testa fosse più grande del resto del corpo (quasi 3/5 della loro dimensione corporea), ma un team di archeologi dell’UCLA ha scavato l’area e ha scoperto quello sotto il terreno su cui poggiano le statue. Il loro intero tronco è intatto.

Appena li vedi, è certo che ti starai chiedendo come sono arrivati ​​e da dove sono venuti.

Isola di Pasqua

Anche per questa settimana abbiamo “visitato” un altra tappa tutta da scoprire. Se te li sei persi, puoi leggere anche gli altri articoli della serie:

  1. Salar de Uyuni
  2. Antelope Canyon.
  3. 5 bellissime spiagge greche che forse non conosci
  4. Socotra lo Yemen che non ti aspetti
  5. Le Seychelles, Eden dell’Oceano Indiano
  6. Marocco tra spiagge deserto e città imperiali
  7. Azzorre paradiso nell’Atlantico 
  8. Perù il paese degli Incas

I viaggi più belli del mondo a cura di Effie & Riccardo “Isola di Pasqua”.

Contattaci e seguici direttamente sul sito Web, la pagina Facebook oppure il profilo Instagram.

Vuoi dare uno stile alle foto dei tuoi viaggi, foto del tuo partner o di famiglia, le foto dei momenti più belli della tua vita e dei figli? Clicca QUÍ per maggiori informazioni